Benvenuti in Studio Aurora !

immagine blog
2021-05-14 14:00:25
Cenni storici e curiosità su Bomporto

In questo articolo leggerai cenni storici e curiosità su Bomporto, paese in provincia di Modena che unisce enogastronomia e cultura storico artistica

 

 

 

Bomporto, in provincia di Modena, unisce enogastronomia e cultura storico artistica. Qui è possibile posare lo sguardo sul fascino del paesaggio rurale, contraddistinto dai vigneti, dal quale emergono ville che risalgono sino al XVI secolo e che si affacciano sul Panaro. Il tutto in un territorio ricco di fiumi e canali, nel punto di massimo avvicinamento dei fiumi Secchia e Panaro.  

 

Lo stretto legame con Matilde di Canossa

Zona paludosa sino al IX-X secolo, il territorio di Bomporto viene bonificato dai monaci benedettini dell’abbazia di Nonantola. Ancora nel suo territorio, precisamente a Sorbara, Matilde di Canossa, duchessa con un ruolo di primissimo piano in un’epoca nella quale le donne erano relegate alla cura della casa e considerate di rango inferiore rispetto all’uomo, nel 1084 sconfigge nella lotta per le investiture gli alleati di Enrico IV. Epoca questa che è testimoniata dalla Pieve matildica, modificata nei secoli successivi.

Nei secoli successivi Bomporto fa parte del ducato estense e poi, nel 1859, entra a far parte del Regno di Sardegna.

Durante la Seconda guerra mondiale è base della Wehrmacht, in quanto per i tedeschi la strada dall’Abetone al Brennero ha un valore strategico.

Nel 2012 è colpito dal terremoto, mentre nel 2014 subisce l’alluvione del Secchia.

 

Terra di lambrusco e aceto balsamico

Questo è anche il territorio del vitigno “labrusca”, che viene utilizzato per la produzione del Lambrusco di Sorbara, di cui si ha traccia già nel 1693. Tale uva viene usata anche per produrre l’Aceto balsamico tradizionale di Modena.

Intorno a queste due specialità enogastronomiche ruotano anche i principali appuntamenti dell’anno di Bomporto e Sorbara, come il “Rosso Rubino. Lambrusco Wine Festival”, generalmente organizzato tra fine maggio e fine giugno, e la Fiera di San Martino nelle prime due settimane di novembre.

 

Cosa vedere

Da non perdere sono la Darsena (conca o sostegno), fatta costruire dal Ducato Estense per la navigazione fino al mare Adriatico, e la Chiesa di San Nicola (1609) che contiene un prezioso organo di Traeri.

 

Se intendi vendere o affittare il tuo immobile, affidati a chi ha a cuore la storia del proprio territorio. Affidati a noi di Studio Aurora. Copriamo le zone di Bastiglia, Bomporto, Sorbara, San Prospero e Ravarino. Per informazioni contattaci allo 059.815555 o via mail a info@studioaurora.net. Altrimenti ci trovi a Bastiglia (Mo) in Piazza Repubblica, 2/V - 2/Z.